CRABS INSIDE: IL GIRONE G

Per il Girone G, abbiamno intervistato Mirko Mattana dei Sirbons Cagliari.

– Ciao Mirko, per cominciare una breve presentazione tua e della squadra

Ciao Marc, subito: Salve a tutti, sono Mirko Mattana, ho ventidue anni, gioco a football ormai da sette e questo sarà il primo anno in cui giocherò per i Sirbons Cagliari. La società è nata nel 2011 e questo è il primo anno in cui parteciperemo a un campionato nazionale, con tanta voglia di mettersi alla prova, anche per chi come me, non è più rookie.

– Ci descrivi il tuo girone?

Abbiamo sicuramente un girone difficile, infatti, tra 65ers, G-team e Gorillas, affronteremo squadre che hanno esperienza in questo campionato e che registrano una crescita costante nei risultati e nelle prestazioni. Ci aspetta un girone abbastanza impegnativo.

– Una nuova avventura per la Cagliari del Football, qual’è il vostro primo obiettivo?

Più che di un obiettivo, io parlerei più di un traguardo, che è quello di far crescere tutti i singoli, dal rookie alla prima esperienza al veterano, in maniera da avere un gruppo che remi tutto nella stessa direzione. Chiaramente i risultati, con tanto impegno al campo e abnegazione, verranno da soli ma non son al momento il nostro obiettivo primario. Questo però non implica che giocheremo solo per partecipare.

– Tre trasferte… Costose… Qual’è il vostro segreto?

Per una società nata da poco, in un periodo storico come questo, specialmente in Sardegna, dire che le nostre trasferte son solamente costose è un pochino riduttivo. Un segreto però lo abbiamo e credo sia la tanta voglia da parte della dirigenza di credere veramente in noi, nel progetto e in questo bellissimo sport.  Nonostante le mille difficoltà, riescono a trovare sempre una soluzione a problemi all’apparenza invalicabili, mettendoci sempre nelle condizioni di poter giocare al meglio. Un enorme ringraziamento va soprattutto a loro.

– Quale giocatore o quale reparto ci suggerisci di tenere d’occhio della tua squadra?

Dato che son uomo di linea io direi linee, di attacco e difesa. Gioco in questo ruolo da tanto e non siamo tanto menzionati, nonostante il nostro grandissimo lavoro “sporco”. Ma solo il campo darà il verdetto su chi sarà il cinghiale più pericoloso.

Grazie Mirko ed in bocca al lupo. Buon Football!!

Mark TacconeUfficio Stampa Crabs