Fusione Lobsters e Fenici: ecco le Chimere

Ferrara, Savona, Novara, Milano, Pescara. Se si leggono queste città si potrebbe pensare ad un itinerario turistico nel centro nord Italia, non di certo ad una squadra sportiva. Sicuramente non ad una squadra di football americano, femminile per giunta. Ed è qui che ci si sbaglia. Il desiderio di giocare e l’amore per il football hanno portato 25 ragazze provenienti da questo mix di zone del nostro Bel Paese, ad unirsi per formare una cosa nuova, una squadra, che parte dalle compagini di appartenenza di ognuna, formata da tante realtà sportive, che vengono abbracciate, accostate, scambiate e intessute per dare vita ad una creatura tutta nuova, una chimera. Ed ecco spiegata la scelta del nome: Le Chimere. Come la chimera prende il nome dal terzo animale che la compone e che si diversifica dai due genitori (chimera: animale mitologico con la testa di un leone, la coda di un drago e con una testa di calpra sul dorso), Le Chimere nascono dall’unione di due grandi macro realtà dandone vita ad una terza.
Lobsters e Fenici per una Chimera. Per un sogno. Il nostro campionato ci vedrà in campo per la prima partita domenica 15 maggio, in quel di Bologna, contro le Neptunes, realtà collaudata e che ha già vinto la sua prima partita. Si proseguirà il 29 maggio a Ferrara contro le campionesse in carica del One Team per poi scendere fino a Lecce il 12 giugno per affrontare la rivelazione dello scorso campionato: le Vibrie. Si concluderà il 26 giugno in casa pescarese contro le Lazio Marines. Per la formula del campionato, le prime due classificate accederanno direttamente alla finale prevista per il 9 luglio in quel di Cesena, nelle tre giorni che vedrà svolgersi, così come lo scorso anno, le finali nazionali di tutti i campionati di football americano italiani. Noi siamo pronte. E voi?

Federica Lattanzio
Redazione Lobsters Pescara