CHIMERALICIOUS

Quella con le Vibrie era una gara da vincere non tanto per le sorti del campionato, già decise, ma affinchè le Chimere dimostrassero a loro stesse, innanzitutto, le potenzialità di un gruppo ricchissimo di ottime individualità ma ancora a secco di vittorie. Ci sono volute due partite di rodaggio prima di trovare il giusto timing e la giusta affinità in campo.
Le Chimere partono in attacco e segnano al primo drive con una corsa del Runningback #26 Chiara Mingozzi, abile nella lettura dei blocchi e nella progressione fino alla end zone.

image

Anche la difesa parte bene: nonostate le pesanti assenze di Nausicaa Dell’orto (#82) e Valeria Vismara (#43), riesce a neutralizzare gli attacchi salentini. La storia si ripete con il secondo drive offensivo: Mingozzi corre di nuovo in TD protetta da un blocco blindside di Federica Lattanzio (Wide Receiver #11). La partita è praticamente a senso unico. Nel secondo quarto l’attacco rossoblu soffre un piccolo blackout e conclude un paio di drive offensivi senza successo. Inoltre l’infortuno di Karen Crocetta, Linebacker #47, tra le piu forti nel suo ruolo, obbliga il coordinator di reparto ad un riassetto difensivo: Valentina “Wonder” Rizzuti (Cornerback #18) viene spostata al centro della difesa e la rookie Anthea Santucci (Wide Receiver #14), lascia la sideline per dar manforte alla secondaria per tutto il prosieguo della partita.

image

Questo momento di riorganizzazione ha permesso alle Vibrie di trovare la via per il primo e unico TD di giornata. Non molto altro da segnalare se non il primo TD in carriera di Santucci, 16 anni e prima esperienza nel football americano: pass del Quarterback Valentina Valieri (#9) all’altezza delle trenta yards e poi in volata, velocissima, verso il TD. Una presenza silenziosa la sua, ma decisiva ed efficace autrice di una ottima prova tanto in attacco quanto in difesa.

image

Negli ultimi minuti di gioco, con il punteggio di 6-46 e dopo un fumble Vibrie ricoperto dalla Wonder, si registra un momento di concitazione a seguito della reazione scomposta del Quarterback salentino verso una giocatrice Chimere ancora a terra dopo l’azione di gioco. Il fumble genera un cambio di possesso, restituendo il pallone alle ospiti in una posizione estremamente favorevole, e viene ottimamente capitalizzato da una corsa di potenza di Gaia Giovannini (Fullback #4), nell’occasione schierata come Quarterback. La partita si chiude sul punteggio di 6-52 in favore delle Chimere Ferrara-Pescara.
Manca una sola partita alla fine della Regular Season e le ragazze del team emiliano-abruzzese hanno tutte le intenzioni di vincere il prossimo impegno casalingo, sul campo di Pescara, per raggiungere il terzo posto in classifica e dare il giusto coronamento a quella crescita esponianzale vista nelle ultime 2 partite.

Mauro Baldonero
Ufficio Stampa Crabs