Football for Dummies – Un po’ di strategia

Bentornati nella rubrica d’informazione sul football americano dei Pescara Crabs! Vediamo un po’ le differenze tra i vari tipi di gioco d’attacco e di difesa, iniziando proprio dai principi offensivi del football.

I Giochi di attacco  

Un running play, ovvero una corsa.

Escludendo i punt e i field goal, gli schemi di attacco si dividono in due grandi categorie: i passaggi (passing play in inglese) e le corse (running play).  Quando hanno successo, i giochi di passaggio, tendono a coprire più terreno rispetto a quelli di corsa, ma espongono al rischio di intercetto.

Una corsa si verifica quando il quarterback passa la palla a un altro giocatore dietro la linea di scrimmage (il QB può anche mantenere il pallone e correre egli stesso), che tenta di superare la linea di difesa avversaria e guadagnare yard. In questo caso, il principale compito della linea offensiva è quello di eseguire i blocchi, impedendo ai giocatori difensivi di fermare il portatore del pallone e aprendo i corridoi per eventuali corse interne alla linea.

Quando si verifica un gioco di passaggio, ogni ricevitore si muove su un preciso percorso (chiamati tracce) ed il quarterback passerà il pallone ad uno di questi giocatori. Durante questi giochi, il compito principale della linea offensiva è quello di impedire ai giocatori difensivi di placcare il quarterback prima di lanciare (questa eventualità è chiamata sack). Una regola generale che le squadre devono prendere in considerazione quando si crea la propria strategia di passaggio è che solo a determinati giocatori è consentito ricevere il passaggio: questi sono chiamati ricevitori eleggibili.

Strategie di difesa

Un linebacker dell’A-Team

La difesa deve attendere che la palla venga snappata dal centro avversario prima che possa attraversare la linea di scrimmage o ingaggiare uno dei giocatori offensivi. La grande difficoltà della difesa è quella di non conoscere a priori gli schemi di attacco, quindi il pacchetto difensivo si schiererà in un modo predefinito, cercando, una volta letto lo schema, di adattarsi all’avversario.

Per impedire all’attacco avversario di guadagnare yard sul terreno, una difesa potrebbe porre maggiore enfasi sulla difesa contro gli schemi di corsa. Questo in genere implica mettere più giocatori vicino alla linea di scrimmage per raggiungere il portatore di palla più velocemente. Questa strategia viene spesso utilizzata quando il l’attacco avversario ha bisogno di guadagnare poche yard per realizzare un primo down o segnare un touchdown.

Quando la difesa prevede che l’attacco avversario operi un passaggio, la difesa ha due grandi possibilità di gioco: la marcatura uomo a uomo o la difesa a zona. Nella prima ipotesi, ciascun ricevitore eleggibile è seguito da un difensore. Quando si difende a zona, a determinati giocatori viene assegnata un’area di campo che devono coprire.

Ci sono momenti in cui il modo migliore per fermare l’attacco è quello di aggredire direttamente il quarterback avversario. Questo comporta che un buon numero di difensori caricano la linea di difesa nel tentativo di oltrepassarla e placcare il quarterback prima che questo possa lanciare la palla o consegnarla ad un altro giocatore. Essendo permesso a qualsiasi giocatore in difesa di aggredire il quarterback, molti schemi sono stati sviluppati che comportano “pacchetti” di blitz complicati o insoliti.